febbraio 18, 2013

scacco al raffreddore, in due mosse

Il fatto che siamo nella stagione dei raffreddori e delle influenze non significa affatto che li si debba accettare. Ed è altrettanto vero che non è con la sola chimica industriale che si possono combattere.

Sta di fatto che qualche giorno fa, ho capitolato anche io.

Il mio viso era una terribile ed informe maschera liquida: gli occhi, che bruciavano di un fuoco malato, lacrimavano senza sosta ed il naso pareva un rubinetto indiavolato.

Ho lasciato passare due giorni a navigare in quel mare malsano, prima di permettere alla lampadina giusta di accendersi. La maggior parte delle volte trovo risposte in qualche libro, sicché anche questa volta ...



I libri che ho richiamato alla memoria e che mi hanno soccorso, riguardano il cloruro di magnesio.
Il magnesio è un nutriente essenziale per il benessere dell'organismo, la cui carenza può provocare disturbi, alcuni forse non direttamente collegabili alla sua mancanza o quanto meno non distinguibili immediatamente. Il cloruro di magnesio si presenta sotto forma di sale, come suggerisce il nome stesso, che va sciolto in acqua nella dose corretta (consultare i libri suggeriti per conoscere la percentuale acqua:cloruro di magnesio).
Tra i vari problemi elencati in entrambi i libri, che si possono correlare ad una alimentazione squilibrata e dunque a mancanze di qualche nutriente, vi è anche una casistica per affrontare alcune situazioni di emergenza. Una sorta di prontuario insomma.
Per problemi di questa natura, sebbene di piccola entità come il mio ma certamente noiosi, si rende necessaria un'assunzione maggiore rispetto al "consueto" bicchiere da assumere il mattino.
Sicché, al secondo giorno ho dato inizio al rapido processo di guarigione. Quattro bicchieri di acqua e cloruro di magnesio così distribuiti nell'arco della giornata: il mattino prima di colazione, prima di pranzo, prima di cena e prima di coricarmi. Ovviamente, sempre preceduti da un bicchierone di acqua liscia.



Ad integrare il lavoro del cloruro di magnesio, con una certa frequenza ho utilizzato l'acqua di Sirmione vaporizzandola nel naso, affinché le vie rimanessero più sgombre possibili.
L'odore forte non mi ha mai infastidito, mia madre utilizza invece una soluzione preparata da lei con acqua e sale. 
La prima volta che utilizzai l'Acqua di Sirmione fu anni fa, mooolti anni fa, dietro suggerimento di mio padre.
Un noiosissimo e potente raffreddore non voleva saperne di andarsene. Ebbene, soltanto con l'aiuto di questo piccolo frutto della natura riuscii a distruggere e a superare ottimamente il malessere.



Ma torniamo a noi: già il mattino del secondo giorno il viso non aveva segni di nostalgia alcuna. La devastazione del giorno prima non solo non aveva lasciato feriti sul campo, ma il viso aveva anche riacquistato un colorito salutare. Decidendo di andar cauta, ho continuato l'assunzione del cloruro di magnesio anche il secondo giorno.



Riferimenti


Un rimedio-miracolo: il cloruro di magnesio

Marie France Muller
Edizioni L'Età dell'Acquario

Le incredibili proprietà terapeutiche del cloruro di magnesio

Luigi Mondo, Stefania Del Principe
Edizioni Il Punto di Incontro
(disponibile anche in formato elettronico)

Acqua di Sirmione

acquistabile in farmacia e parafarmacia
http://www.termedisirmione.com/acqua-di-sirmione-sulfurea.jsp

Cloruro di Magnesio 

acquistabile in farmacia anche sfuso

Nessun commento:

Posta un commento

ho reso possibile lasciare un commento anche a coloro che non hanno un account google o blogger ma, non amando particolarmente i messaggi da "Anonimo", vi prego di firmarvi